You Are Here: Home » DIARIO DI BORDO » VEDERE E ASCOLTARE Q.B. – CRONACHE DAI PERCORSI 2016/2017

VEDERE E ASCOLTARE Q.B. – CRONACHE DAI PERCORSI 2016/2017

TFNEducare alla visione e all’ascolto √® il nucleo pulsante delle azioni¬†del teatroescuola. Lo diciamo spessissimo, e con tante parole diverse, per riportare costantemente l’attenzione – anche la nostra – a questo¬†obiettivo generale.

Assistere agli spettacoli, partecipare ad un laboratorio artistico, contribuire ai progetti speciali di ricerca, formarsi ed informarsi intorno alle arti dello spettacolo dal vivo, aldil√† dell’interesse nelle azioni specifiche e concrete che ci coinvolgono, grandi e piccoli, costituiscono l’occasione preziosa di raffinare la capacit√† di ascoltare e di vedere e di ¬†alimentare la consapevolezza di questa nostra capacit√†: di immaginare, di differenziare, di scegliere, di esplorare, di formulare giudizi estetici… Insomma sono l’occasione preziosa di creare un gusto e uno stile, personale.

Nell’anno scolastico 2016/2017 alcuni laboratori con gli alunni si sono concentrati in particolare nella ricerca del nocciolo originario, il pi√Ļ spontaneo, che caratterizza la relazione dei bambini con la scena. Cosa ci spinge verso il teatro e cosa ci trattiene seduti sulla sedia fino alla fine? A quali esigenze rispondiamo andando a teatro? Cos’√® il teatro?

Le osservazioni raccolte durante questi percorsi che si sono mossi lungo strade diverse, ci restituiscono un comune denominatore: la dimensione del piacere. Il teatro ci accoglie, attori e spettatori, in una dimensione piacevole. E con piacevole non si intende solo divertente, ma ci si riferisce ad una vasta, anzi vastissima, gamma di emozioni. Il teatro, nella sua sostanza complessa di relazioni con le forme, le persone e i messaggi, ci emoziona. E ci emoziona fare teatro tanto quanto assistervi; anzi, pare che produrre e ricevere musica, danza o teatro, condividano lo stesso piano.

Cos√¨ le emozioni sono¬†la materia primaria in cui si imbatte. Educare all’ascolto e alla visione dell’arte in questa prospettiva acquisisce una luce ben pi√Ļ brillante della mera didattica dei linguaggi. Che sia un’efficace allenamento per la ricerca della felicit√†?

I percorsi 2016/2017

Andirivieni. Viaggio dentro e fuori i nomi del teatro. A cura di Martina Monetti (0432 Associazione): partiamo dai nomi del teatro; dare il nome, nominare, è generare la propria realtà! Qui la cronaca del percorso 2016/2017.

Actividario Teatrale. Testa in scena, teatro per la testa. A cura di Virginia di Lazzaro: partiamo dalle forme bidimensionali della carta e delle arti figurative, dalla presenza e dell’assenza per arrivare alle forme del teatro. Qui le immagini del percorso 2016/2017.

Spazio pieno e spazio vuoto. Laboratorio di sperimentazione tra spazio e materia. A cura di Augusta Eniti (Altreforme). Allenarsi ad ascoltare lo spazio del teatro sentendo il pieno e il vuoto della scultura. La materia 3D del teatro e della scultura. Qui le immagini del percorso 2016/2017.

Andirivieni, Actividario e Spazio pieno, spazio vuoto¬†sono proposti come laboratori di ricerca artistica anche nell’anno scolastico 2017/2018.¬†Vai alle info.

About The Author

Referenti e collaboratori attività educativa del circuito multidisciplinare Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (Prosa, Musica, Danza)

Number of Entries : 223

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top