You Are Here: Home » BACHECA: notizie, appuntamenti, incontri, cose che succedono » Teatroescuola s’illumina di meno

Teatroescuola s’illumina di meno

M’illumino di meno – 13 febbraio 2015
Anche noi, oggi, festeggiamo il Risparmio Energetico, e ci uniamo a Caterpillar (RAI RADIO 2) che da anni si fa portatore d questa iniziativa intelligente e “leggera” nel modo di porsi …
E sarĂ  per questo che ogni anno i partecipanti a “M’illumino di meno” sono sempre di piĂą!

Le scuole, i teatri, i cinema … non solo le singole famiglie, ma anche le istituzioni piĂą rappresentative della nostra crescita (umana e culturale) tra poche ora ammireranno “il buio” per la sua natura accogliente, per la tranquillitĂ  che può trasmettere, per “riposare” il senso della vista ed stimolare tutti gli altri …

Per noi “M’illumino di meno” passa attraverso a questa poesia.
Grazie, Simone, per avercela messa a disposizione!

Perché i bambini sanno che a illuminarsi di meno spesso si risplende di più.

Una poesia
in occasione di
M’illumino di meno

Questa è una storia che mi capita tutte le sere
quando torno a casa dal doposcuola con mia mamma.
Inizia sempre così:
la mamma infila la chiave nella serratura,
insieme entriamo nell’atrio del condominio.
Fa buio, e a me non piace
(anche perché ho paura di andare a sbattere contro un muro)
cerco l’interruttore con la mano.
Lo trovo, mi sembra un pulsante
lo premo e arriva
all’istante
la luce…

luce sulle scale
sta accesa mezz’oretta
tanto poi si spegne sola
non ha per nulla fretta
e penso: mica male
la luce delle scale

luce in cucina
accesa tutto il giorno
per non sentirmi solo
per aver qualcuno intorno
accesa anche di notte
fino alla mattina
la luce della cucina

luce in cameretta
e magari sotto il letto
sia mai ci siano mostri
pronti a farmi uno scherzetto
luce calda,
amica, non sospetta
luce in cameretta

fermi tutti, questa è nuova
davanti a me c’è la tv, spenta…
guarda un po’, una lucina
mi sorride, sembra contenta
aspetta aspetta, mi viene un dubbio
ora controllo: ci vado, mi dirigo…
perbacco, è proprio vero
c’è una luce anche in frigo

devo prendere un po’ d’aria
esco in terrazza, ma…
luce dai lampioni
che illumina la piazza
luce nei viali
nelle vie, nei giardinetti
luce sotto ai muri
e perfino sopra ai tetti

luce sempre
e dappertutto
ma il buio…
è proprio così brutto?

ops… un’altra lampadina che si accende
è sopra la mia testa, la vedo allo specchio
una luce speciale, un’idea
la dico anche a voi,  in un orecchio:

m’illumino
di meno

m’illumino di meno
e posso starmene di notte a guardare il cielo sereno
m’illumino di meno
e gioco sotto il letto come nella galleria del treno
m’illumino di meno
e in cucina annuso meglio il profumo della cena
m’illumino di meno
e sulle scale provo a non cadere, così un po’ mi alleno

adesso che ci riesco
questa idea mi sembra divertente:
tengo la luce accesa
solo quando la uso veramente.

Simone Baracetti, 5 febbraio 2007
Una poesia in occasione di M’illumino di meno

(Questo testo è di proprietà dell’autore non può essere riprodotto o fotocopiato anche parzialmente senza l’autorizzazione dell’autore.
Può essere utilizzato nell’ambito dell’adesione del progetto teatroescuola alla campagna “M’illumino di meno”)

M’illumino di meno – scarica la poesia di Simone Baracetti

About The Author

Referenti e collaboratori attivitĂ  educativa del circuito multidisciplinare Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (Prosa, Musica, Danza)

Number of Entries : 223

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top