You Are Here: Home » BACHECA: notizie, appuntamenti, incontri, cose che succedono » MAT+S 2014. “Qui dentro, qui fuori”

MAT+S 2014. “Qui dentro, qui fuori”

PROGETTO SPECIALE MAT+S 2013/14

la polvere ICmats14Il nuovo MAT+S
sta muovendo i primi passi a Monfalcone, e anche nel 2014 (sempre proposto dal nostro teatroescuola, con la collaborazione del Comune di Monfalcone, dell’Istituto Comprensivo Giacich e della Scuola Duca D’Aosta, e sempre ideato e creato da Luisa Vermiglio) si appresta a proseguire con il secondo viaggio scienti/teatrale alla scoperta del corpo espressivo e dei suoi “meccanismi”.
Dopo lo splendido lavoro sul tema dello spazio con il progetto 2013 “Qui mi piace”, quest’anno MAT+S continua con  “Qui dentro, qui fuori”.
PerchĂ©, spiega Luisa Vermiglio, “abbiamo scoperto che il teatro è prima di tutto un luogo speciale, ma per imparare a giocare in quel luogo, ci devo entrare tutto intero, con il mio corpo. Il mio corpo è la macchina piĂą bella che ci sia, capace di abitare il mondo e di
muoversi dove vuole. Ma il mio corpo è soprattutto dove sto io ed è anche capace di
sentire, emozionarsi e pensare. Ed è per questo che, anche senza parole, può
raccontare una storia”
.
mat+s titoloQuesto dunque l’ambito della nuova indagine:
conoscere i meccanismi più importanti “dentro” il mio corpo, per imparare a tirar “fuori” tutto quello che desidero, e che possa essermi utile per un racconto teatrale.
Un percorso fondamentale, al quale l’offerta formativa monfalconese non potrebbe piĂą rinunciare, quello del MAT+S, che – quest’anno, come sempre – si snoda attraverso diversi mesi del periodo scolastico per viaggiare con i bambini alla scoperta di nuovi vissuti di Musica, Arte, Teatro e Scienza.
I percorsi di lavoro sono articolati come negli scorsi anni tra incontri formativi per gli insegnanti, per le famiglie, per gli alunni delle classi partecipanti. Gite, escursioni tematiche e incontri di animazione teatrale con gli alunni completano le attivitĂ , al fine di preparare il racconto che sarĂ  protagonista della festa finale: lo spettacolo che vede sul palcoscenico i piccoli “sperimentatori”, alle prese con la narrazione corale e teatrale del loro cammino e delle loro conquiste. Lo sviluppo coerente di una scelta tematica, dunque, è alla base dei percorsi di MAT+S: perchĂ© bambini, insegnanti, famiglie possano condividere nuove consapevolezze.
E il lavoro del 2014 propone tre vie possibili di sviluppo in grado di mettere in relazione un preciso e sintetico approccio scientifico ai principali meccanismi del corpo umano, con ciò che quei meccanismi permettono di “utilizzare” nei percorsi comunicativi ed espressivi
necessari al racconto teatrale.
scheletroIl movimento: scheletro, muscoli, leve,
gru e marionette
Un gioco alla scoperta del movimento del corpo, pensato nella sua scomposizione e nella sua interezza.
Mani, piedi, gambe, braccia, busto e…faccia. Come il movimento può narrare una storia giocando con i gesti.

 

 

cuore voceLe emozioni: cuore, circolazione, respiro, ritmo e voce
Un gioco alla scoperta del cuore e del suo collegamento con il respiro. Due ritmi assolutamente necessari e costanti ai quali non si bada quasi mai, ma è grazie a loro che il corpo “funziona” ed è grazie a loro che posso stare qui, sentire dentro di me e …farmi sentire fuori da me.

detail-qwertyIl pensiero: cervello, nervi, sensi, solletico e computer
Un gioco alla scoperta del cervello, il nostro davvero “personale” computer, che, attraverso il sistema nervoso, organizza e utilizza tutte le “informazioni” che arrivano sia dall’ambiente esterno che dall’ambiente interno dell’organismo.   
Gli incontri
Roberto CocconiE il primo incontro – come sempre dedicato a un personaggio importante della scena artistica o scientifica – si è giĂ  tenuto (con l’entusiasmo e lo stupore di sempre) lo scorso 6 febbraio, al Teatro Comunale di Monfalcone. Ad accogliere le classi dei bambini il coreografo e danzatore (ma anche medico) Roberto Cocconi.
Formatosi con Carolyn Carlson al Teatro e Danza La Fenice di Venezia nel 1992, Cocconi ha fondato a Udine la compagnia Arearea, unica realtà professionale che opera nel campo della produzione di danza nella nostra regione.
Five children silhouettes
Anche i primi due incontri di approccio scientifico si sono svolti, alla presenza di quasi 120 bambini delle scuole primarie, presso la Sala Conferenze della Biblioteca di Monfalcone. In collaborazione con l’Ospedale Burlo Garofolo di Trieste, infatti, dei nomi illustri della medicina pediatrica hanno conversato e converseranno con le diverse classi per MAT+S sul funzionamento del movimento, del cuore e del cervello: lo scorso lunedì 10 marzo i bambini delle classi prime hanno ascoltato l’intervento su “Scheletro, muscoli, leve e gru” del dott. Marco Carbone, specialista in Ortopedia Pediatrica, mentre mercoledì 12 marzo, la dott.ssa Alessandra Benettoni, specialista in Cardiologia Pediatrica, ha raccontato ai bambini delle classi seconde e terze del funzionamento del cuore (“Circolazione, ritmo, respiro”). Altri sessanta bambini delle terze, quarte e quinte ascolteranno, il prossimo 21 marzo, il neurologo Marco Carrozzi (sempre operante in ambito pediatrico) che spiegherĂ  il funzionamento del cervello attraverso l’incontro “Segnali che entrano, segnali che escono”.

About The Author

Referenti e collaboratori attivitĂ  educativa del circuito multidisciplinare Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (Prosa, Musica, Danza)

Number of Entries : 223

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top