You Are Here: Home » DIARIO DI BORDO » L’ALBUM DEL TEATRO FATTO DI NIENTE

L’ALBUM DEL TEATRO FATTO DI NIENTE

Teatro Fatto di Niente - Udine 2017-34Passaggi. 
Un’immagine a cura di Omar Manini dalla festa conclusiva del progetto speciale TEATRO FATTO DI NIENTE.

Per il dodicesimo anno consecutivo, gli insegnanti e gli alunni della Scuola Primaria “Friz” di Udine, inserita in una delle realtà più multietniche e complesse di tutto il territorio cittadino, hanno dato vita al progetto Teatro fatto di niente nel quale vengono improntati propositi di integrazione e collaborazione che dal piccolo volge all’adulto e dall’interno (scuola) auspicherebbe un’estensione all’intera comunità.

Nella festa finale, seguita a un anno di lavoro, condivisione di idee, incontri, piccoli scontri, è emersa tutta la passione degli adulti per un mestiere che si estende ben oltre l’insegnamento, ma ha a che fare soprattutto con l’educazione del cittadino, la formazione – in termini di accoglienza, sensibilità, pazienza, curiosità – della persona.

Il tema portante affrontato quest’anno è quello dei Passaggi, nel più ampio significato del termine: passaggi di stato, emotivi (“quanto dura un’emozione?” si chiede un gruppo in uno dei momenti più alti e riusciti), d’età tra infanzia e vecchiaia, passaggi geografici attraverso spostamenti ed emigrazioni o passaggi di conoscenze.

Ogni classe, ogni singolo individuo ha collaborato con idee e proposte, mentre la compagine adulta – i bravissimi Roberto Piaggio, Erica Pacchioni, Serena Di Blasio e le maestre tutte – ha fatto da collante, districante, emulsionante delle proposte raccolte e, infine, ha dato una guida organizzata per trasformare le idee in forma teatrale da proporre al pubblico in questa bellissima festa popolare; un progetto che esalta le qualità del singolo a disposizione del gruppo e incita a mettere da parte timori ed esitazioni che ognuno, sin da bambino, coltiva anche inconsciamente. Isolare il proprio istinto, prenderne coscienza, tenerlo a bada e sfruttarlo al meglio e per tutti è, a mio parere, uno dei vertici raggiunti dalla scuola “Friz” con questo teatro fatto di niente.

Ciò che ne esce non trova, né cerca, una perfezione comunicativa o artistica, eppure trasmette, con la semplicità degli sguardi e l’ingenuità dei gesti, una tempesta emotiva impensabile e a tratti inestricabile.

Spontaneità, uscite improvvise di una lucidità tagliente, la naturalezza per nulla artificiosa nel capirsi, aspettarsi, accettarsi, l’appropriarsi spontaneamente dei ruoli: oltre ai tecnicismi degli adulti, questo teatro è fatto di niente, ma anche di tutto perché mette in gioco la realtà e risulta ben più efficace, immediato, vero di molto altro teatro limato, appiattito, convenzionale.

Teatro fatto di niente è teatro concettuale che basa le sue soluzioni sceniche sull’essere umano, sul mimo, sulle capacità comunicative del corpo e li trasmette a bambini entusiasti che entusiasmano, sapendo tradurre evidenti limiti in risorse e ribaltando le debolezze in ironia e divertimento.

 

Qui l’album delle immagini.

 

 

 

About The Author

Referenti e collaboratori attività educativa del circuito multidisciplinare Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (Prosa, Musica, Danza)

Number of Entries : 213

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top