You Are Here: Home » FTSSN » FTSSN 2011 – Matite parole musica

FTSSN 2011 – Matite parole musica

Matite, parole, musica: questo il titolo dei tre entusiasmanti incontri aperti a tutti, svolti nel primo pomeriggio delle tre Giornate. Grazie ai protagonisti degli appuntamenti si è potuto spaziare oltre all’ambito teatrale, così che operatori, insegnanti e pubblico sono potuti entrare negli aspetti tecnici e comunicativi di forme artistiche diverse, ma complementari al teatro.

Rita Valentino Merletti, Luca Raffaelli e Roberto Tardito hanno rispettivamente portato la loro esperienza nell’ambito della letteratura per l’infanzia, dei fumetti e della musica d’autore.

“L’orso che non lo era” di F. Tashlin, Donzelli, 2011

Ascoltare come l’entusiasmo e la profondità dell’esperienza di Rita Valentino Merletti sgorghino dalla sua voce sorridente e pacata è davvero sorprendente. Un’esperienza ultratrentennale in ambito accademico, la vita negli Stati Uniti nei caldissimi anni Sessanta, la freschezza e la lucidità con le quali continua le sue ricerche fanno di Rita un punto di riferimento della letteratura per l’infanzia. Un lungo excursus, il suo, sulla difficilissima situazione della lettura in Italia, sulla difficoltà di uscire dal pregiudizio della letteratura infantile vista come prodotto di “serie b”, sulla pessima qualità della letteratura che si offre ai più piccoli, senza attenzione nè logica di costruzione. I nostri bambini incontrano troppo spesso prodotti scadenti. Pochi eccellenti autori e innumerevoli esempi di bassissima qualità: questo è ciò che offre il nostro Paese. E ancora oggi la “media” letteratura per l’infanzia, oltre a produrre opere inadeguate, si arroga il diritto di determinare a priori cosa sia meglio o cosa non sia opportuno scrivere per i bambini. Eppure a loro – ai bambini – nessuno l’ha mai chiesto.

matite o pennini …?

Ironia, sagacia, onestà intellettuale, sincerità, appassionata lucidità sono invece le caratteristiche dell’eloquio di Luca Raffaelli (e non stupisce sia oggi tra i migliori critici di fumetto sul territorio nazionale, oltre che autore, sceneggiatore, direttore artistico di varie manifestazioni). Il suo excursus storico sul fumetto (nel senso più vasto del termine) è stato una miniera di informazioni e di suggerimenti: non solo per i riferimenti a titoli, autori, periodi storici, ricezione italiana ed estera, ma anche per gli spunti tecnici e la guida alla lettura e alla comprensione di un linguaggio, tra immagini e parole, tutt’altro che immediato e oggi più che mai pieno di potenzialità e proposte.

Emanuele Luzzati “Alla fiera dell’est” (serigrafia)

Anche la suggestiva parentesi regalata da Roberto Tardito ha incollato alle sedie i numerosi presenti: cantautore di ottimo livello, musicista e interprete, Tardito è intervenuto alle nostre Giornate per parlarci del mondo musicale di Branduardi, al quale Roberto ha dedicato il volume Angelo Branduardi. Cercando l’oro, edito da Arcana. In particolare l’attenzione si è rivolta ai testi del cantautore, tutti scritti da Luisa Zappa, sua compagna nella vita e nell’arte. Attraverso un percorso della storia musicale di Branduardi e del rapporto tra la scelta dei testi e la loro “trasformazione” in canzoni, l’incontro è diventato un incantevole concerto, con un’eccellente guida all’ascolto e un’atmosfera intima e riflessiva.

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top