You Are Here: Home » FTSSN » FTSSN 2012 – Tavoli rotondi

FTSSN 2012 – Tavoli rotondi

Idee di fuoco 

“Infuocati” tavoli di lavoro

Era una gioia appiccare il fuoco, si è detto. Citando Bradbury e i suoi racconti preparatori al capolavoro assoluto della sua carriera (Fahrenheit 451) abbiamo dato il titolo al “tavolo rotondo” di quest’anno.
Ma “non è il nostro, il fuoco distruttore” – spiegano le anime del progetto, Silvia e Lucia. “Del fuoco ci piace la fame, la vivacitĂ , il nutrimento, la creazione, l’utilitĂ , il bisogno, l’arroganza imparziale, la cura ed il calore […] Ed era stata la parola gioia, unita al fare, a forzarci a prendere il libro dallo scaffale. […] Ecco quindi trovato l’obiettivo per il prossimo anno scolastico: agire, gioiosamente, appiccando il fuoco!”.

Martedì 23 ottobre, ore 18.00-19.30
Era una gioia appiccare il fuoco. Tavolo di lavoro, prima sessione
Iniziamo dalle “origini”, leggendo alcune pagine di quel libro di Bradbury che ha scatenato le riflessioni che sono alla base delle nostre giornate e di tutto il lavoro a venire.
Subito dopo spieghiamo lo scopo dei nostri incontri: confrontarci – mettendo in gioco le nostre attivitĂ  di formatori, educatori, organizzatori, operatori con e per i bambini – partendo da tre concetti di base che (siamo certi) sono pronti a scatenare infinite scintille creative: il “bambino” (imprescindibile protagonista dei nostri pensieri); il “fomento” (l’accezione positiva di voler appiccare il fuoco, la sollecitazione di nuovi impulsi); la “ParolaSipario” (il “neologismo” che usiamo per descrivere la complessitĂ  del linguaggio teatrale, del mondo di significati e di emotivitĂ  che si apre a partire dalle parole).
Scopo di questi “giochi di parole” è di raccogliere, alla fine degli incontri, il racconto di ciascuno dei partecipanti che è chiamato a raccontare in 30 parole il “fuoco” delle discussioni trascorse durante i tavoli di lavoro. 

Mercoledì 24 ottobre, ore 9.00-12.00
Era una gioia appiccare il fuoco. Tavolo di lavoro, seconda sessione
I partecipanti vengono divisi in due “tavoli” distinti: i due gruppi di lavoro sono “innescati” rispettivamente da Luisa Vermiglio (attrice e formatrice) e Valeria Frabetti (attrice, autrice e regista) partendo da due differenti “scintille”: Luisa ha il compito di ragionare insieme al suo gruppo sulla relazione tra il bambino e il concetto di “fomentare”; Valeria invece sul rapporto tra il bambino e il nuovo concetto di ParolaSipario.

Giovedì 25 ottobre, ore 9.00-12.00
Era una gioia appiccare il fuoco. Tavolo di lavoro, terza e ultima sessione
In questo ultimo incontro il gruppo si riunisce nuovamente e a tutti vengono restituite le riflessioni e le conclusioni estrapolate nei passaggi precedenti. Insieme, poi, i partecipanti sono chiamati a sintetizzare quanto è emerso dai confronti del tavolo di lavoro, a presentare le loro 30 righe di impressioni e a stabilire come concretizzare una “summa” che sia un punto d’arrivo e di ri-partenza per nuove riflessioni. Un diario scritto, una registrazione, una raccolta di parole, una serie di immagini: va bene qualsiasi risultato reale che rimanga a testimonianza di tutti del lavoro svolto assieme. 

 

© 2014 Powered By Mollusk

Scroll to top